domenica 27 marzo 2011

Camilla la bambolina di pezza

Quando ero piccola, avevo una bambolina di pezza, che avevo chiamato Camilla, credo se non ricordo male, che sia stata la prima bambola che ho avuto, regalo di mio padre al ritorno da uno dei suoi viaggi e che mi ha accompagnato per tanti anni, poi fra un trasloco e un trasferimento non so dove sia finita.Camilla ha rappresentato per me i ricordi della mia vita di bambina, della mia bellissima infanzia, cosi quando a casa di un amica su una rivista di cui adesso non ricordo il nome, ho visto il cartamodello per fare una bambolina di pezza, non ci ho pensato un attimo e mi sono messa all'opera. Così ho creato questa bambolina, che è molto diversa da Camilla, nei colori e nello stile, proprio perché non volevo farne una copia ma al limite un evoluzione, volevo che Camilla come me, da piccina diventasse grande e che mi ricordasse che la donna che l'ha creata adesso non è altro che la bambina che l'amava un tempo. 



Ho creato il corpicino di Camilla seguendo il cartamodello e utilizzando del lino avorio che ho cucito a macchina, l'ho poi imbottito con ovatta sintetica e fatto la gonna con un avanzo di stoffa stampata. Il cappottino e gli stivali li ho fatti in pannolenci, dove ho poi applicato dei nastrini e dei bottoncini. La borsetta è fatta con pannolenci e stoffa mentre la sciarpina è un pezzetto di  pannolenci con applicata a mo di frangia un nastrino di passamaneria.





I capelli sono di lana, che ho applicato sulla testolina con colla a caldo, mentre gli orecchini sono delle semplici perline infilate in un pò di filo di cotone e poi cucite all'altezza delle orecchie. Il viso l'ho disegnato con dei pennarelli per stoffa e sulle guanciotte ho passato un pò di fard.


Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...